Santoreggia montana - Satureja montana L.


Santoreggia montana - Satureja montana L.

Disponibile

3,00
Prezzo comprensivo di IVA, escluso spedizione


La Santoreggia, nota anche con il nome di Erba acciuga, è una pianta perenne semi-sempreverde appartenente alla famiglia delle Lamiaceae. Suffrutticosa, ha fusti ramificati eretti o ascendenti che possono raggiungere i 50 cm. Le foglie disposte in maniera opposta sono lineari, scure, cigliate nei margini, molto aromatiche. I fiori sono binachi, piccoli, raccolti in infiorescenze poste all'apice dei rametti. I semi sono neri e molto piccoli, di forma tondeggiante.

Coltivazione

Esendo originaria delle regioni montane dell'Europa centromeridionale pur amando essere coltivata in climi temperati ha buona resistenza anche a basse temperature. Cresce spontanea in terreni aridi e rocciosi. Si consiglia di collocare la Santoreggia in posti particolarmente soleggiati, ma la pianta si adatta bene anche a mezz'ombra. Scegliere terreni di natura calcarea e non particolarmente fertili, sciolti, non compatti, in modo da prevenire ristagni idrici. Annaffiare con regolarità non troppo abbondantemente. La Santoreggia è una pianta rustica, non soffre particolari malatie o attacchi parassitari. Si riproduce per seme o per talea. Quando le piantine si sono ben sviluppate si possono trapiantare in vasi o in piena terra.

Usi e proprietà

Le foglie, fortemente aromatiche, vengono usate per dare sapore a piatti di carne e pesce. Proprietà terapeutiche: digestive, carminative, tonico-stimolanti. Per uso esterno, come antisettico nelle infiammazioni orali.

Cerca questa categoria: Piante Aromatiche